Gli acquisti librari - Biblioteca civica di Cologno Monzese

Gli acquisti librari - Biblioteca civica di Cologno Monzese

La bibliotec a in cifre Rapporto 2000 BIBLIOTECA CIVICA DI COLOGNO MONZESE Febbraio 2001 1 allarme spaziale servizi Con 73.452 prestiti librari (cui vanno aggiunti i 32.088 multimediali) la Biblioteca realizza nel 2000 un nuovo significativo incremento del suo principale indicatore (+6,5%). Non si dunque interrotto il trend ascensionale che da diciotto anni caratterizza questo servizio. Grazie ai lettori. La quota di prestiti raggiunta (1,4 per abitante) pone la biblioteca di Cologno al di sopra della media regionale, che di 0,7 volumi abitanti, e al di sopra della media provinciale, che di 0,6 volumi abitanti*. La crescita dei servizi pone con rinnovata drammaticit lallarme relativo alla mancanza di spazio: in Fonoteca manca la possibilit di collocare i nuovi prodotti acquistati, la Sala Lettura e la Sala ragazzi sono spesso affollate fin dalle prime ore di apertura, in Emeroteca si trovano solo posti in piedi +6,5% Tendenza dei prestiti librari 1982-2000 2 45 73 80000 60000 50000 98 74 10000 0 1982 1983 1984 1985 1986 1987 1988 1989 1990 1991 71 20 20000

0 56 26 1 04 25 2 45 23 6 78 19 0 51 18 7 61 15 3 26 14 9 16 11 30000 3 17 41 3 13 36 Cambio sede 40000 5 79 68 2 58 65 4 08 60 8 37 54 8 81 48 70000 1992 1993 1994 1995 1996 1997

1998 1999 2000 La cifra comprende anche i prestiti di riviste, cd-rom e videocassette della Sala ragazzi, mentre sono conteggiati separatamente i prestiti del materiale della Fonoteca * Dati ricavati dallultima edizione de Le biblioteche comunali della Lombardia. Dati statistici e indicatori: censimento al 1995, Milano, Regione Lombardia, 1998. 2 105.540 multimedialmente parlando Sommando i prestiti librari ai prestiti di materiale audio e video (effettuati dalla Fonoteca) e a quelli di cd-rom (effettuati dalla Sala macchine), il totale arriva a 105.540, con un aumento rispetto al 2000 del 11,9%. 32088 Prestiti libri tot. 105.540 Prestiti audiovideo 73452 3 Il cruscotto bibliotecario [27,14] [40] 75,7 INDICE DI SPESA [20,54] 5,1 [4,6] [10] 0,68 1,45 [0, 47][1] [1,4][3] 0 50 2 104 100 INDICE DI CIRCOLAZIONE INDICE DI

IMPATTO INDICE DI PRESTITO Apertura 94 14,7 [12] [25] VITALITA 402 punti su 320 ACCESSIBILITA 198 punti su 200 Superf. [0,88] [2] 150 200 Dotaz. Period.. 59 47 Spesa 187 INDICE DI FIDELIZZAZIONE TACHIMETRO [83,8] [249,9] 2,19 1,4 [0,64] 194 0 Produttivit personale 100 3,6 [1,85] 14,6 [7,28] EFFICIENZA 338 punti su 250 Incre 109 mento

INDICE DI AFFOLLAMENTO 125,6 [8.039] INDICE DI FREQUENTAZIONE 28,3 11.592 INDICE DELLA DOTAZIONE DOCUMENTARIA [0,35][1] [14.221] INDICE DI DI DOTAZIONE PERIODICI INDICE DI APERTURA INDICE DI INCREMENTO INDICE DI SUPERFICIE Valore superiore alla media nazionale, ma con significato ambivalente INDICE DI PERSONALE Valore superiore alla media nazionale 0,33 26.653 INDICE DI COSTO DEI SERVIZI Valore inferiore alla media nazionale 1469 su 1000 punti EFFICACIA 531 punti su 230 Costo servizi 200 Circolazione 144 300 141

0 100 Prestiti 200 300 390 400 4 500 Come si legge il cruscotto Il cruscotto bibliotecario (contenuto nella slide precedente) basato sulla misurazione di alcuni grandi indicatori per la valutazione delle biblioteche pubbliche italiane, ricavati dalle Linee guida per la valutazione delle biblioteche pubbliche italiane pubblicate dallAIB. I valori di Cologno sono confrontati con i valori medi nazionali per i comuni superiori a 10.000 abitanti (che sono riportati tra parentesi quadre). Laddove questi valori sono superiori essi sono segnalati da una spia verde, quando sono inferiori con una spia rossa, e quando sono di incerta o contraddittoria leggibilit con una spia gialla*. E questo il caso, per esempio, dellindice di affollamento che a Cologno sei volte pi alto della media nazionale il che attesta contemporaneamente un successo di pubblico e uninsufficiente capienza della struttura. Come si vede gli indicatori per cui si registrano valori leggermente pi bassi della media sono quelli di superficie e di incremento documentario. Grandi performances sono segnate, invece, dagli indicatori di efficacia come lindice di circolazione e di prestito che doppiano abbondantemente il valore nazionale. Nel tachimetro che appare nella parte inferiore del cruscotto e che indica la velocit di marcia della biblioteca gli indicatori sopra menzionati (insieme ad altri) sono assemblati in macrocategorie come accessibilit, vitalit, efficienza ed efficacia e sono riferiti a un sistema di punteggi che pesa diversamente gli indicatori a seconda della diversa rilevanza**. Nonostante alcuni indicatori siano leggermente al di sotto della media nazionale, altri sono sensibilmente superiori e il saldo complessivo di ben 469 punti pi elevato. Naturalmente il discorso cambia se si confrontano i dati di Cologno con gli standard internazionali che sono molto pi esigenti. Gli standard IFLA [International Federation of Library Associations] sono riportati in rosso tra parentesi quadre. * Il dato del prestito comprende i prestiti multimediali che hanno durata inferiore a quelli librari ** Le categorie sono quelle proposte in Linee guida per la valutazione delle biblioteche pubbliche italiane, cit., p. 95. 5 Prestiti librari: ripresa in salita Vista la strada in salita (carenze di spazio e di risorse), bello questo scatto dei lettori, che riassegna alla biblioteca un buon ritmo di crescita. Il guizzo in gran parte da attribuire ai lettori adulti, che hanno fatto salire i prestiti del 10,1%, mentre quelli del settore ragazzi registrano una piccola battuta darresto (-1,6%). Le ragioni di questo risultato possono essere attribuiti in parte a limiti struttural-spaziali (la sala ragazzi troppo piccola, sta scoppiando) e in parte a una diminuzione della popolazione colognese che si allinea al dato nazionale di calo della natalit. La suddivisione per tipologia editoriale mostra il tradizionale andamento simmetrico: netto predominio della saggistica tra gli adulti (68,8%) e altrettanto netto (79,1%) predominio della narrativa tra i ragazzi. Nota. Questi dati rappresentano una proiezione ottenuta estendendo al totale dei prestiti la divisione percentuale riscontrata per i soli prestiti effettuati al computer (Sw Sebina Produx) 68,8% 20,9%

Saggistica Adulti 31,2% Narrativa 79,1% Ragazzi 6 Informatica crescente, letteratura calante Le classi che presentano il ritmo pi sostenuto di aumento (percentuale) sono linformatica, la linguistica e la sezione in lingua originale. Segno che la biblioteca segue e alimenta il rinnovato interesse intorno al mondo delle tecnologie e la crescente diffusione di lingue diverse dallitaliano. Prestiti 98, 99 e 2000 - Divisione per materie* 9,3 9,2 13,8 15 15,2 8,4 7,6 6,2 7,7 8,4 5,6 6,4 3,1 2,1 2,7 2,7 2 1,6 5 2,7 2,8 3,5 4,5 5,6 10

1,2 1,5 15 La narrativa, in calo di un punto nel 1999, se lo riprende nel 2000, mentre la letteratura* scivola indietro di qualche posizione. Probabilmente si leggono di pi i romanzi scritti di recente rispetto ai classici. Il fenomeno rappresenta una tendenza generalizzata nei comportamenti di lettura, cui la biblioteca non fa eccezione. 1998 1999 2000 9,6 20 9,3 9,6 p e r c e n t u a l i 1,5 1,6 25 000 -Opere generali, informatica, biblioteconomia; 100 - Psicologia e filosofia; 200 - Religione; 300 - Scienze sociali; 400 - Linguaggio; 500 - Scienze pure; 600 - Scienze applicate; 700 - Arte, giochi, sport; 800 - Letterature; 900 - Storia e geografia NARR . letteratura narrativa L- Lingua originale;. 6,8 30 V a l o r i 6,2

6,9 32,1 35 32 31,1 Adulti * Ricordiamo che la distinzione tra le due classi puramente cronologica, essendo collocate in narrativa tutte le opere di fiction pubblicate dopo il 1945. 0 Narr. Cl. 000 Cl. 100 Cl. 200 Cl. 300 Cl. 400 Cl. 500 Cl. 600 Cl. 700 Cl. 800 Cl. 900 Ling. Orig. 7 * I dati di questo grafico riguardano solo i prestiti elaborati al computer in Sebina (che sono la grande maggioranza), con esclusione di tutte le proroghe e dei prestiti effettuati manualmente. Ragazzi: narrando, narrando 80 70 Prestiti 98, 99 e 2000 - Divisione per materie Ragazzi* Il prestito di narrativa in Sala ragazzi, molto

pi che tra gli adulti, rappresenta il contratto di lettura maggiormente improntato al piacere di leggere, mentre la saggistica (ragazzi) ancora fortemente ipotecata dallutilizzo per ricerche scolastiche. 71,1 90 La narrativa la fa largamente da padrona in Sala ragazzi. Qui totalizza il 79,1% dei prestiti, con un aumento di otto punti percentuali rispetto allanno precedente (in cui si era verificato un inatteso calo). 60 50 40 30 1998 Valori percentuali 1999 2000 9,2 0,6 4,7 0,7 4,2 1,6 3,7 0,1 1,8 0,5 0 0,2 10 0,6 20 * I dati indicati nel grafico sono quelli dei prestiti effettuati a computer a cui sono stati aggiunti quelli registrati manualmente per le videocassette. 8 Fiabe a gogo Il grafico sottostante mostra come si ripartiscono i prestiti di narrativa della Sala ragazzi. Prestiti di narrativa Sala Ragazzi per generi -2,7 +0,1

0,6% 4,0%1,5% 2,2% +0,9 21,3% 36,8% +2,5 33,5% Fantascienza Primi libri Gialli Altra narrativa -1,2 -2,8 Interessante il terzo posto occupato dai prestiti dei primi libri: i piccoli lettori in et prescolare sono una fascia forte e agguerrita che comincia ad insidiare le prime posizioni. Libri-gioco Il resto pi o meno equamente diviso tra gialli, horror fantascienza e libri gioco (in calo) +3,1 Horror Fiabe e favole Dominano decisamente le fiabe e favole e i racconti brevi (NRV) che si rivolgono per lo pi alla fascia dei lettori compresi tra i 5 e i 10 anni (con un aumento del 2,5% rispetto allanno scorso). Segue la narrativa propriamente detta (+3,1%). 9 Le materie pi prestate 800 LETTERATURA E RETORICA(*) 810 LETTERATURA AMERICANA IN INGLESE 850 LETTERATURA ITALIANA, ROMENA, DELLE LINGUE LADINE 820 LETTERATURA INGLESE E IN ANTICO INGLESE 910 GEOGRAFIA E VIAGGI 000 INFORMATICA 840 LETTERATURE ROMANZE, LETTERATURA FRANCESE 860 LETTERATURA SPAGNOLA E LETTERATURA PORTOGHESE 150 PSICOLOGIA 610 MEDICINA 830 LETTERATURE GERMANICHE, LETTERATURA TEDESCA 300 SCIENZE SOCIALI 940 STORIA GENERALE D'EUROPA 790 ARTI RICREATIVE E DELLO SPETTACOLO 370 EDUCAZIONE 740 DISEGNO E ARTI DECORATIVE 890 LETTERATURE DI ALTRE LINGUE 190 FILOSOFIA OCCIDENTALE MODERNA

780 MUSICA 650 GESTIONE E SERVIZI AUSILIARI 330 ECONOMIA 750 PITTURA 640 ECONOMIA DOMESTICA E VITA FAMILIARE 660 INGEGNERIA CHIMICA 360 SERVIZI SOCIALI; ASSOCIAZIONI 340 DIRITTO 14323 4820 4776 3762 2271 1954 1547 1204 1147 1110 1001 994 953 922 La tabella presenta la classifica dei prestiti divisi per materia, secondo la classificazione decimale Dewey articolata fino alle decine. Campeggia la letteratura grazie anche alla robusta iniezione di libri per ragazzi seguita dalle classi emergenti dei viaggi e dellinformatica. Significativi anche i piazzamenti di psicologia, medicina, scienze sociali, filosofia e storia. 876 815 723 715 683 524 450 427 417 399 391 Comprende tutta la narrativa adulti e ragazzi compresi primi libri, favole, libri-gioco, ecc. 390 10 Campioni di circolazione Lindice di circolazione (che si ottiene dividendo il numero di prestiti per il numero dei volumi) esprime la percentuale di patrimonio realmente in uso rispetto al totale. Un valore alto pu indicare sia un intenso utilizzo di una sezione, sia un patrimonio relativamente insufficiente. Nel nostro caso il primato detenuto dalla letteratura gialla, seguita dalla narrativa, dallinformatica (classe 000) e, per il 2000, dai cd-rom. 3,0 2,8 2,5 2,4

2,5 1999 2,0 2000 Valore medio: [per i libri] 1,02 1,5 1,4 1,2 0,7 1,2 1,0 0,6 0,8 0,60,5 1,2 0,9 1,2 0,9 1,01,0 0,7 1 0,6 0,6 0,7 0,5 0,8 0,50,5 0,9 0,6 0,4 0,6 0,4 0,0 1999 Fantascienza

Classe 000 Classe 400 Classe 800 2000 Gialli Classe 100 Classe 500 Classe 900 Letter. in lingua orig. Classe 200 Classe 600 Cd-rom Narrativa Classe 300 Classe 700 11 Circolazione nel dettaglio 800 LETTERATURA E RETORICA (*) 660 INGEGNERIA CHIMICA 810 LETTERATURA AMERICANA IN INGLESE 230 TEOLOGIA CRISTIANA 820 LETTERATURA INGLESE E IN ANTICO INGLESE 000 INFORMATICA 460 LINGUA SPAGNOLA E PORTOGHESE 430 LINGUE GERMANICHE, TEDESCO 650 GESTIONE E SERVIZI AUSILIARI 420 LINGUA INGLESE E ANTICO INGLESE 560 PALEONTOLOGIA, PALEOZOOLOGIA 440 LINGUE ROMANZE, FRANCESE 860 LETTERATURA SPAGNOLA E LETTERATURA PORTOGHESE 910 GEOGRAFIA E VIAGGI 510 MATEMATICA 850 LETTERATURA ITALIANA, ROMENA, DELLE LINGUE LADINE 580 SCIENZE BOTANICHE 130 FENOMENI PARANORMALI 540 CHIMICA E SCIENZE CONNESSE 740 DISEGNO E ARTI DECORATIVE 840 LETTERATURE ROMANZE, LETTERATURA FRANCESE 640 ECONOMIA DOMESTICA E VITA FAMILIARE 720 ARCHITETTURA 890 LETTERATURE DI ALTRE LINGUE 750 PITTURA 610 MEDICINA 490 ALTRE LINGUE 630 AGRICOLTURA 150 PSICOLOGIA 830 LETTERATURE GERMANICHE, LETTERATURA TEDESCA 13,65 9,28 5,11 2,65 2,47 2,37 2,14 1,85 1,80 1,78 1,73 1,70 1,60 1,54 1,49

1,39 1,29 1,25 1,24 1,14 1,10 1,06 1,02 1,00 1,00 0,99 0,99 0,96 0,96 0,96 Le prime trenta classi per indice di circolazione sono quelle che appaiono nella tabella qui a fianco. (*) Comprende tutti i libri di narrativa adulti e ragazzi 12 CIRCOLAZIONE NEL DETTAGLIO 140 SPECIFICHE SCUOLE FILOSOFICHE 090 MANOSCRITTI E LIBRI RARI 300 SCIENZE SOCIALI 500 SCIENZE PURE 680 MANIFATTURE PER SPECIFICI USI 600 TECNOLOGIA (SCIENZE APPLICATE) 940 STORIA GENERALE D'EUROPA 110 METAFISICA 480 LINGUE ELLENICHE, LINGUA GRECA CLASSICA 280 DENOMINAZIONI E SETTE CRISTIANE 190 FILOSOFIA OCCIDENTALE MODERNA 710 URBANISTICA E PAESISTICA 160 LOGICA 170 ETICA (FILOSOFIA MORALE) 060 ORGANIZZAZIONI GENERALI E MUSEOLOGIA 020 BIBLIOTECONOMIA E SCIENZA DELL'INFORMAZIONE 240 TEOLOGIA MORALE E DEVOZIONALE CRISTIANA 080 RACCOLTE GENERALI 330 ECONOMIA 950 STORIA GENERALE DELL'ASIA 320 SCIENZA POLITICA 670 MANIFATTURE 050 SERIALI GENERALI 070 MEDIA DI NOTIZIE, GIORNALISMO, EDITORIA 310 STATISTICA GENERALE 400 LINGUAGGIO 030 OPERE ENCICLOPEDICHE GENERALI 260 TEOLOGIA SOCIALE CRISTIANA 470 LINGUE ITALICHE, LINGUA LATINA 010 BIBLIOGRAFIA 250 CHIESA LOCALE E ORDINI RELIGIOSI 0,50 0,50 0,49 0,49 0,49 0,48 0,46 0,46 0,45 0,45 0,45

0,45 0,44 0,44 0,40 0,40 0,40 0,38 0,34 0,31 0,31 0,31 0,29 0,28 0,27 0,23 0,19 0,16 0,14 0,11 0,08 Al fondo della classifica si collocano, in molti casi, le materie caratterizzate da un patrimonio molto ricco e da un numero di prestiti proporzionalmente pi basso. Non sono necessariamente le classi meno seguite dal pubblico, ma quelle in cui forte la presenza di opere generali, di saggi corposi e di opere fondamentali. 13 Avanza il mondo del lavoro 5,3 5,1 Altro 4,8 2,9 3,6 Casalinghe TOTALE ISCRITTI ABILITATI NEL 2000 3,8 1,3 2,1 Pens. 3 1 Lavoro auton. 7195 (+9,9%)

3,2 3,6 11 Lavoro dip. 3,7 Insegn. 22,4 24,9 Valori percentuali 5 5,1 La descolarizzazione continua. Il grafico ben evidenzia la progressiva tendenza allaumento di un pubblico professionale, legato al mondo del lavoro. Dal 1991 al 2000 il peso percentuale dei lavoratori dipendenti pi che raddoppiato, e quello dei professionisti e lavoratori autonomi triplicato. Anche insegnanti pensionati e casalinghe hanno notevolmente aumentato la propria rappresentanza. La componente studentesca, invece, passata dal 74,9% al 52,2%, con una diminuzione impetuosa soprattutto nella fascia dellobbligo. Stud. Super. Univ. 31,9 Stud. Obbligo Prescolari 34,7 36,7 38,2 20,5 20,3 0 2 2,1 0 5 10 15 20

25 30 35 40 1991 1999 2000 45 14 Da dove viene il lettore Mentre rimane pi o meno stazionaria la quota di iscritti alla biblioteca che provengono dai comuni del Sistema (in qualche situazione, come nel caso di Cernusco, in cui la nuova biblioteca felicemente decollata, addirittura con una diminuzione) in deciso aumento il numero di persone che provengono dai comuni di Milano (+158%), Monza (+200%), da altri comuni della Provincia (+209%), e da altri di Italia (+392%). Questo dato conferma la capacit di attrazione che i servizi bibliotecari colognesi esercitano nei confronti dei lettori abitanti nei comuni vicini ma anche in quelli mediamente distanti (ad esempio si segnalano flussi di utenza consistenti provenienti da Sesto S. Giovanni, Segrate e Pioltello). Iscritti attivi - Provenienza da altri comuni 310 299 141 135 119 2000 15,7% 1999 2000 21 30 14 69 25 52 46 61 7 20 37 1999 12% 160 51 ISCRITTI provenienti da fuori

Cologno: 189 180 Brugherio Carugate Cernusco Cassina Bussero Vimodrone Milano Monza Altri Provincia Altri 15 La spartizione dei prestiti Pension. 3,1% Vi sono categorie di iscritti, come gli studenti universitari, che rappresentano il 31,9% del totale ma realizzano solo il 24,2% dei prestiti (ossia utilizzano la biblioteca anche e soprattutto per altri servizi: lettura in sede, sala macchine ecc.). Vi sono altre categorie di pubblico, come insegnanti e prescolari per cui vale il fenomeno inverso. Il dato ulteriormente illustrato dal grafico della pagina seguente. Casalinghe 4,4% Pension. 3,4% Lav. aut. 3,0% Altro 4,8% Stud.obbligo 20,3% Lav. aut. 3,6% Lav.dip. 24,9% Docenti 5,1% Stud.sup.univ. 31,9% Biblioteche 5,4% Prescolari 3,9% Stud.obbligo 23,5% Lav.dip. 21,1% Docenti 6,4%

Altro Biblioteche 0,1% 4,9% Prescolari 2,2% Casalinghe 3,9% Rapporto tra composizione degli iscritti e composizione dei prestiti Stud.sup.univ. 24,2% 16 Piccoli lettori, grandi prestiti Come negli scorsi anni sono i piccolissimi, i bambini in et prescolare, a capitanare la classifica dei prestiti pro-capite. In media essi hanno effettuato 14,8 prestiti allanno. Seguono gli insegnanti, gli studenti dellobbligo e le casalinghe. Il risultato dei prescolari si spiega (e in parte si ridimensiona) con la natura dei primi libri che essi prendono in prestito: libri brevi, con molte figure e poco testo, che si divorano in fretta, lasciando la voglia di ricominciare con un altro. E' comunque interessante che la biblioteca sia cos tenuta in considerazione nell'approvvigionamento di libri nel momento magico del primo approccio alla lettura. 6,8 8,6 8,7 8,3 10,2 6,3 6,5 7 9,5 10,7 5,8 7,5 ltr A n. e gh lin o a as C io ns

Pe t. au v. La . gn p. di v. La se In l. o ig bl ob d. o sc . iv un p. .su ud St u St e Pr 1999 5,6 0 5,8 8,8 9 10 5 13,6 15 14,8 20 2000 17

La letteratura la classe pi gettonata nei prestiti di tutti i lettori. Si passa per da un predominio schiacciante tra i lettori prescolari, casalinghe e pensionati, a una quota sensibilmente pi ridotta tra lavoratori autonomi e studenti superiori. Le letture tecnologiche (consultazioni cd-rom e letture di informatica) sono quasi inesistenti tra le casalinghe, mentre la situazione si rovescia per i lavoratori autonomi e dipendenti. Tra i docenti particolarmente alta la quota di prestiti di libri di storia e geografia. E importante anche analizzare la diversa tipologia dei prestiti interbibliotecari, rappresentati dalla prima barra. Qui la letteratura ridotta ai valori pi bassi, mentre sono molto pi alti della media i prestiti nelle scienze sociali e e nella filosofia, a testimoniare una sorta di specializzazione che la biblioteca di Cologno si guadagnata in queste materie. Appare invece distribuita in modo omogeneo la linguistica, mentre la lettura in lingua consistente tra universitari e lavoratori autonomi. 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Dimmi cosa leggi suddivisione dei prestiti per classi e tipologie di lettori Legenda 000 -Opere generali, informatica, biblioteconomia; 100 - Psicologia e filosofia; 200 - Religione; 300 - Scienze sociali; 400 - Linguaggio; 500 - Scienze pure; 600 - Scienze applicate; 700 - Arte, giochi, sport; 800 - Letterature; 900 - Storia e geografia NA. letteratura narrativa L- Lingua originale G Gialli F Fantascienza XC Cd-rom. NA XC L G F 900 800 700 600 500 400 300 200 100 0 18 1,5% 000 200 100

Donne 300 Suddivisione prestiti per classificazione 6,8% 3,3% 1,0% 4,3% Donne Suddivisione dei prestiti di narrativa 1,6% 2,2% 0,9% 13,5% 5,9% 2,3% 3,8% F G L 400 XC 500 600 700 800 900 000 -Opere generali, informatica, biblioteconomia; 100 - Psicologia e filosofia; 200 - Religione; 300 - Scienze sociali; 400 - Linguaggio; 500 - Scienze pure; 600 - Scienze applicate; 700 - Arte, giochi, sport; 800 - Letterature; 900 - Storia e geografia 5,4% 70,1% Letture il secondo ses so La componente femminile conferma la predilezione per la narrativa,

mentre tra i prestiti maschili pi consistente la componente dei documenti di informatica (e cd-rom) e religione. Unaltra tipica lettura maschile la fantascienza, mentre pi equilibrata la distribuzione delle letture di gialli. 52,5% NA 77,4% 8,8% F- Fantascienza G - Gialli L- Lingua originale;. NA. letteratura narrativa XC Cd rom 3,8% 13,0% 7,8% 4,1% 7,2% 11,6% 63,9% 1,4% 5,9% 2,2% Uomini Suddivisione dei prestiti di narrativa 4,2% 5,2% 8,5% Uomini Suddivisione prestiti per classificazione 19 Uomini che non leggono, La popolazione femminile della biblioteca flette leggermente di mezzo punto percentuale, pur mantenendo il suo stabile primato. Pi consistente la flessione nei prestiti (supera il punto percentuale). Si conferma quindi la declinazione femminile del pianeta lettura, ma si intravedono i primi timidi segni dellauspicata riscossa dei signori lettori. Donne 60,2% ma Uomini 46,5%

1999 Uomini 46,0% Donne 54,0% Uomini 39,8% Donne 61,4% 2000 Iscritti 2000 Prestiti Uomini 38,6% Donne 53,5% 1999 20 Tutti i libri della biblioteca 65000 Patrimonio reale 60000 59054 Significativa la crescita del patrimonio librario che vede un ingresso di 4599 volumi, catalogati nel 2000 (il dato superiore a quello di acquisto si veda a pag. 23 per la presenza di un arretrato di catalogazione recuperato grazie alla catalogazione partecipata). Il macero, di 474 volumi, si attesta su una percentuale allineata con i livelli fisiologici di scarto delle biblioteche di pubblica lettura. 63179 54056 55000 50000 45000 1999 67066 70000 65000 60000 55000 61556

512 474 600 Patrimonio nominale (RCE) 75000 Scarto patrimonio 1999-2000 2000 71665 Libri scartati 1998 400 200 0 Anni 1999 2000 21 Il patrimonio librario non solo le belle lettere empre di pi la biblioteca pubblica si afferma come agenzia informativa capace di soddisfare un largo spettro di bisogni e di interessi. Non pi solo la raccolta di opere di letteratura e di testi umanistici, ma il luogo dove trovare i classici accanto ai testi di divulgazione scientifica, il manuale di informatica accanto al fumetto, la guida di viaggio vicino al cd e alla videocassetta. 11325 868 2360 2561 4749 3789 1302 1989 7848 18647 5189 Il patrimonio librario della biblioteca di Cologno Monzese composto da narrativa e letteratura ( e storia della letteratura) solo per una percentuale del 50%. Il resto diviso tra gli altri rami dello scibile, con una buona percentuale alla filosofia, alle scienze, allinformatica, alleducazione e al patrimonio in lingua originale, che nel 2000 ha raggiunto il 4% del totale, pi di 2000 volumi. Legenda 000 -Opere generali, informatica, biblioteconomia;

100 - Psicologia e filosofia; 200 - Religione; 300 - Scienze sociali; 400 - Linguaggio; 500 - Scienze pure; 600 - Scienze applicate; 700 - Arte, giochi, sport; 800 - Letterature; 900 - Storia e geografia NA. letteratura narrativa L- Lingua originale G Gialli F Fantascienza XC Cd-rom. Classe 000 Classe 100 Classe 200 Classe 300 Classe 400 Classe 500 Classe 600 Classe 700 Classe 800 Classe 900 Narrativa 22 Tremilanovecentonovanta sono i libri acquistati nel 2000, con una spesa media di 20.050 lire, sensibilmente pi bassa del prezzo medio di mercato. Il valore comunque pi basso degli standard regionali (4500 volumi per 50.000 abitanti). Sar quindi necessario aumentare nei prossimi anni lo stanziamento assegnato. Libri acquistati 3990 3819 3683 3571 1997 1998 1999 MARGUERITE YOURCENAR delle materie prime ammassare riserve contro linverno dello spirito truire granai pubblici fondare biblioteche come cos Lapprovvigionamento 2000 23 La biblioteca di Cologno si caratterizzata negli ultimi anni per una percentuale di acquisto di titoli di piccoli editori decisamente superiore rispetto a quella di altre biblioteche e anche rispetto alla quota di mercato da essi detenuta. Addirittura nel 1997 la quota dei piccoli editori superava

Da chi e che cosa acquista la biblioteca La concentrazione avanza Acquisti librari per tipologia 56,8 60 Grandi ed. Medi ed. Piccoli ed. Esteri La classifica degli editori Valori percentuali 50 40 43,3 42,2 36,8 31,5 44,5 34,4 30 20 21,7 12,7 11,3 11,5 8,5 9,5 9,2 1997 1998 1999 14,5 10 0 6,8 2000 MONDADORI EINAUDI FELTRINELLI DE AGOSTINI FABBRI

RIZZOLI PIEMME SALANI ADELPHI E.ELLE MARSILIO GUANDA BOMPIANI SPERLING & KUPFER GARZANTI JACKSON BOLLATI BORINGHIERI LATERZA 408 333 165 135 126 121 108 103 69 65 61 61 60 59 58 58 54 51 24 la quota dei grandi. Purtroppo questo risultato si rovesciato negli ultimi anni sotto la spinta dei crescenti processi di concentrazione editoriale. La domanda di lettura da parte dei lettori della biblioteca si catalizza sempre di pi intorno ai titoli di cui molto si parla, e questi sono, nella maggioranza dei casi, editi da grandi case editrici. Anche lofferta largamente dominata dai prodotti della grande editoria. Le librerie, infine, fanno molta pi fatica a procurare i titoli dei piccoli editori (la quota di questi ultimi infatti sale al 35,8% tra i libri non procurati dalle librerie). Nel 2001 e nel 2002 la biblioteca inserir nei propri progetti di lavoro una revisione della procedura degli acquisti per renderla pi coerente con gli obiettivi di sviluppo delle raccolte. Novit, la febbre continua

Il 2000 ha visto un piccolo rallentamento nella febbre della novit che caratterizza, volente o nolente, la politica di acquisto della biblioteca. Un punto percentuale in pi per i titoli di catalogo non molto, ma significa probabilmente una falla in meno nelle collezioni, la copertura di una lacuna, il completamento di una collana. E se nessuno pu pensare di rinunciare allapprovvigionamento di titoli freschi e ruspanti, non si pu neanche dimenticare che la biblioteca cresce curando lo sviluppo armonico del proprio patrimonio, irrobustendo le sue radici e i suoi filamenti. 1999 10,1% 11,7% Catalogo 2000 Novit 89,9% Agli effetti della nostra rilevazione statistica consideriamo come grandi editori quelli che hanno pi di 600 titoli in catalogo e pubblicano pi di 60 novit allanno; come piccoli quelli che ne posseggono meno di 200 in catalogo e ne pubblicano meno di 30 allanno; come medi quelli che si collocano nella fascia intermedia. 88,3% 25 Che tipi di libri acquista la biblioteca Narrativa Saggistica 1998 Altro 1999 27 2,8 2,9 3,4 25 32,9 39,9 43,8 36,6 30,3 27,5

50 40 30 20 10 0 27,5 Landamento degli acquisti evidenzia un aumento della narrativa e dei libri per ragazzi e un leggero calo della saggistica. Ragazzi 2000 26 La biblioteca meno giovane ma non invecchia Anche se let media degli iscritti sta aumentando, la biblioteca rimane un servizio a prevalente composizione giovanile; il 56% degli iscritti comunque compreso nella fascia di et tra 0 e 25 anni, mentre la fascia tra 41 e 90 copre poco pi del 16%. In queste due classi di lettori per comune la predilezione per la narrativa e la letteratura, che supera ampiamente il 60%, mentre nella fascia intermedia la narrativa scende al 44%. Il dato pu essere spiegato con una maggiore propensione alla lettura di saggistica nella fascia di et pi stabilmente inserita nel mondo del lavoro e quindi potrebbe segnalare una significativa presenza di letture legate agli interessi professionali, agli hobby, alla manualistica. 0 100 200 6% 2% 1% 3% 5% 1% 4% 3% 300 400 500 600 700 9% 0% 7% 10% 7% 4% 3% 44% 800 900 5% 7% 68% 8% Fascia et 0-25 anni

1999 20% 30% Fascia et 41-90 anni 27,2% 58,9% 10% 62% Fascia et 26-40 anni 56% 2000 0% 9% 0%5% 4% 2% 5% 1% 2% 5% 7% 1% 16,8% 26,5% 40% 50% Composizi one 0-25 anni 26-40 anni 60% iscritti 41-90 per fasce d'et 70% 14,6% 80% 90% 100% 27 I GIOVANI ADULTI preferiscono le storie 1,9% 7,1%

3,7% 1,2% 5,2% 7,8% 1,1% 3,5% Prestiti dei prestiti 4,0% 4,2% 1,3% 6,2% 1,9% 3,1% 2,6% Giovani Adulti Valori medi dei 8,2% 4,7% 6,9% 65,7% 0 100 200 300 400 59,8% 500 600 700 800 900 La fascia pi complessa e pi difficilmente sondabile nelle preferenze di lettura manifesta in questo caso una predilezione per la narrativa e la letteratura (+6,1% rispetto alla media). Superiori alla media anche i prestiti nella classe Arte Giochi e sport. 28 La TOP TEN I pi letti in biblioteca John Grisham Il testamento

Mondadori 50 Patricia Cornwell Croce del sud Mondadori 47 Primo Levi Se questo un uomo Einaudi 46 Patricia Cornwell Cadavere non identificato Mondadori 41 Patricia Cornwell Punto di origine Mondadori 37 Dav Pilkey Attenti al fiato! Latroce problema di un cane Mondadori 35 Scott Turow Lesioni personali Mondadori 34 Donata Montanari Bambini di tutti i colori Fabbri 34 Isabel Allende La figlia della fortuna Feltrinelli

33 Danielle Steel Immagine allo specchio Sperling 32 La classifica dei pi prestati in biblioteca anche questanno vede nelle prime posizioni due significativi rappresentanti del legal thriller. Cornwell, capolista lanno scorso con Morte innaturale, ora seconda con Croce del Sud. Primo Levi, che per molti anni stato il mattatore delle classifiche bibliotecarie, scende ora al terzo posto. Complessivamente la classifica dei pi prestati in biblioteca assomiglia sempre di pi a quella dei pi venduti in libreria. Una buona posizione, per, la guadagnano i titoli che la biblioteca ha promosso nel corso di sue iniziative: ad esempio Attenti al fiato e Bambini di tutti i colori sono due libri per ragazzi che fanno parte del pacchetto promozionale proposto dalla Biblioteca in collaborazione con la Provincia di Milano (Un libro ). 29 e i pi sfogliati Le riviste pi prestate La Cucina Italiana 50 Panorama 41 Casaviva 40 Interni 38 Focus 34 Altroconsumo 31 Fai da te 30 Speak up

29 Gardenia 28 Internet News 26 LEspresso 25 Fotografare 24 Linea Grafica 23 Leducatore 23 PcWorld 22 Argos 22 in emeroteca La rilevazione dei prestiti delle riviste ancora in fase sperimentale e questa prima classifica pu avere quindi solo un valore indicativo. La classifica appare dominata dalle testate che si occupano di casa, di consumi e di tempo libero. Significativi i piazzamenti di riviste come Altroconsumo e Speakup. La tabella di destra ricavata dai dati del monitoraggio (si veda a pag. 41) e ha quindi valore campionario. Campeggiano in questo caso i quotidiani, e tra i periodici la rivista Focus seguita da Panorama. * Nella settimana di riferimento e quelle pi consultate* Periodico Consultazioni (*) Corriere della sera 90 Gazzetta dello sport 81 Repubblica (la) 59 Giorno (il) 40

Secondamano 40 Giornale (il) 36 Sole 24 ore (il) 28 Stampa (la) 22 Focus 19 Gazzetta della martesana (la) 19 Panorama 18 Unit (l') 18 Manifesto (il) 17 Espresso 16 Gazzetta ufficiale 13 Padania (La) 11 Quattroruote 11 Pc professionale 10 Viaggi (inserto di "Repubblica) 10 Cittadino (il) 9 PC world 9 Avvenire 7 Duel 7 Inter.Net 7 Liberazione 7 MCmicrocomputer 7 Autosprint 6 Corriere Lavoro (inserto del Corriere della 6 Sera) Guerin sportivo 6 30 ILL/DD 31 I nuovi servizi: SERVIZIO DI PRESTITO INTERBIBLIOTECARIO NAZIONALE E INTERNAZIONALE Tra i nuovi servizi che la Biblioteca ha proposto nel 1999, lILL (servizio di prestito interbibliotecario nazionale e internazionale) ha conosciuto un significativo sviluppo. Nel 2000 sono state registrate 376 transazioni interbibliotecarie (a fronte delle 300 fissate come obiettivo nel PEG 2000) effettuate con biblioteche italiane

e/o estere, con un incremento del 194% rispetto al 1999*. Per transazione ci riferiamo a un ciclo singolo e completo, che va dalla richiesta emessa dal richiedente fino alla restituzione del documento (in caso di prestito). Rimangono escluse dal conteggio complessivo le pratiche annullate dagli utenti e/o rifiutate dalle biblioteche oltre che linoltro di richieste ad altri fornitori in seguito a risposte negative 376 2000 148 1999 59 1998 0 1998 200 1999 400 2000 32 Un servizio per cacciatori di testi Sono gli studenti, per lo pi universitari, i principali fruitori del servizio ILL-DD. Ma la presenza importante di altre categorie di utenza rivela il buon esito delle azioni di marketing e di promozione del servizio svolte nel corso dellanno. 0,6% 1,4% 20,4% 51,8% 10,4% 6,4% Studenti Bibliotecari Docenti Professionisti Impiegati Operai Pensionati 9,0% 33 ILL, documenti in giro per il mondo Tipologie di transazioni interbibliotecarie 200 180 160 140 120 100 80

60 40 20 0 Le richieste evase attraverso il servizio di document delivery* superano di qualche unit il numero di prestiti di documenti. Rimane basso il dato riferito a prestiti o riproduzioni di altro materiale (microform, multimedia etc.). 199 Altro Fotocopie Prestiti 172 Percentuali biblioteche prestanti (2000) 4 17% 1% 58% 24% * Servizio di distribuzione e invio a domicilio di documenti, fotocopie, testi in formato elettronico. Bib. Italiane Bib. Europee Bib. Statunitensi Altre Bib. 34 35 Sala Macchine: +75% di utenti valori percentuali 498 1998 Utenti 1129 1999 2000 2,9 2,5

Significativa la distribuzione per composizione professionale. Laumento percentuale dei lavoratori dipendenti e autonomi, degli insegnanti e di altre categorie risponde alle politiche promozionali del servizio. 4,3% delle Laumento degli studenti della fascia sessioni 0,9 5,2 1977 Altro Lavoro autonomo Lavoro dipendente Studenti obbligo 2,9 2,7% delle sessioni 6,3% delle sessioni +75% Ancora in imponente crescita il servizio di Sala Macchine (la sezione multimediale della biblioteca) che ha coinvolto 1977 utenti (il 75% in pi del 1999). Insegnanti 2000 Casalinghe 23,1 1999 14,6 9,7% delle sessioni 21,7% delle sessioni Pensionati 48 Lidentikit dellutente 49,5% delle sessioni Studenti superiori 50 45

40 35 30 25 20 15 10 5 0 2000 1800 1600 1400 1200 1000 800 600 400 200 0 dellobbligo risponde invece a una crescita naturale della domanda: ricerche scolastiche che ormai si svolgono con strumenti multimediali e ricerche di figurine scaricate da Internet da esibire nei commerci di classe. 36 Assiduit e fidelizzazione Utilizzo di SMAC 13,2% 10,3% 40,6% Interessante anche la verifica dellintensit di utilizzo della Sala Macchine. Tanto per cominciare studenti universitari, docenti e pensionati sono le categorie che fanno luso pi intensivo del servizio: la percentuale delle loro sessioni superiore al loro peso percentuale allinterno dellutenza. Fenomeno inverso si verifica per lavoratori, professionisti, casalinghe. Se si pensa che la popolazione over 55 ha laccesso gratuito alla connessione Internet si capisce anche quel 2,4% in pi nelle presenze dei pensionati, ma si capisce anche come la misura promozionale sia servita ad incentivare luso di tecnologie diversamente sottoutilizzate senza scatenare nessun fenomeno di accaparramento o di uso ingiustificato. I dati riguardanti lassiduit mostrano una componente di accaniti utilizzatori che hanno effettuato pi di dieci connessioni e rappresentano il 13,2% dellutenza. Il record di 132 connessioni. Prevale per la componente degli utilizzatori morbidi: lutilizzo occasionale o quello fino a 5 sessioni sono preferiti dal 76% degli utenti. Integrato con il dato del secondo grafico, questo risultato ci d qualche indicazione sul grado di fidelizzazione della propria utenza che il servizio ha raggiunto. Trattandosi di un nuovo servizio il risultato molto incoraggiante. Il 51% degli utenti del 1999 ritornato nel 2000. Il dato di fidelizzazione della biblioteca invece del 78,4%: per la sala macchine si tratta quindi di un buon inizio da cui partire

per ulteriori conquiste. 35,9% Utenti una tantum Da 2 a 5 connessioni Da 6 a 10 Pi di 10 29,1% Utenti 1999 tornati nel 2000 Nuovi utenti 2000 70,9% Ossia il 51% degli utenti del 1999 37 Flussi e riflussi Gli utenti del 1999 nei vari servizi 20% 13% Lettori E molto utile seguire i movimenti dellutenza tra i vari servizi della biblioteca, per capire che tipo di sovrapposizione esiste tra le diverse utenze e in che misura i nuovi servizi, ad esempio, la Sala Macchine, hanno attratto una nuova fascia di pubblico. E infatti questanalisi (che stata compiuta per su dati del 1999) conferma che lutenza di Sala Macchine (pari al 13% dellutenza complessiva) composta per il 38% da persone che non utilizzano il servizio bibliotecario. Il dato pi sorprendente riguarda il rapporto con 67% il servizio fonoteca: al contrario di quello che si Utenti SM Utenti Fonoteca potrebbe pensare esiste unelevata incomunicabilit tra la Fonoteca e la Sala Macchine. Il 65% degli utenti di SMAC, infatti, Gli utenti della Sala Macchine e gli altri servizi non utente della Fonoteca. 65% 70,00% 60,00% 50,00% 38,00% 40,00% 30,00% 20,00% Il dato registra una tendenza in atto alla specializzazione delle utenze e conferma anche la capacit di attrazione di nuovi utenti che ha listituzione di nuovi servizi. Nello stesso tempo esso pone con forza lobiettivo dellintegrazione tra i servizi della biblioteca per

fare in modo che chi vi cerca uninformazione la possa trovare indifferentemente su un libro, sullInternet o in un cd. 10,00% 0,00% Utenti SM mai lettori Utenti SM mai in Fonoteca 38 32 4 28,3 In valori percentuali Da 46 a 50 Da 31 a 45 anni 2,8 7 1, 7 5, Oltre 5,6 13 ,1 15 Alla formazione dei senior la Biblioteca ha dedicato nel 2000 una serie di attivit, i cui risultati sono visibili nei grafici qui accanto. Gli utenti di Sala Macchine con pi di cinquantanni sono passati dal 2,8 al 5,7% del totale: un raddoppio percentuale che in termini assoluti equivale a una moltiplicazione per tre. Oltre 34 64 11 Da 46 a 50 Da 31 a 45 Da 18 a 30 147 29

9 320 assoluti 50 ,2 28 Da 18 a 30 anni 97 1 55 8 565 2000 1999 In valori Minorenni 1000 900 800 700 600 500 400 300 200 100 0 49,1 Minorenni Il senior smanetta in smac 50 45 40 35 30 25 20 15 10 5 0 39 Uomini in vantaggio donne in ripresa Donne 37,5% + 1,8% Uomini

62,5% In lenta risalita la componente femminile che passa dal 29,4 del 1998 al 35,7 del 1999 al 37,5 del 2000. La supremazia maschile che, al contrario di quanto accade per la lettura libraria, resta molto forte, comunque una caratteristica che riguarda tutto il mondo delle nuove tecnologie e delle comunicazioni in rete. - 1,8% 120 100 Servizi speciali Il progetto Nessuno escluso, che ha dato origine a Sala Macchine prevede anche una serie di servizi speciali e di facilitazioni per la popolazione senior e per i disabili. I primi risultati sono leggibili qui a fianco; nel 2000 si sono registrate 119 sessioni per utenti disabili e 79 sessioni di tutoraggio, ossia lezioni individuali in cui un anziano, precedentemente formato in corsi di alfabetizzazione informatica, introduce un neofita ai segreti dellarte multimediale. 80 119 79 60 40 20 0 Sessioni Gruppo disabili Sessioni di Tutoraggio 40 Lattrazione multimediale 3,2% 0,9%5,2%0,9% 2,8% 4,0% 0,5% 0,6% 0,1% Lutenza dei servizi multimediali composta, per il 24%, da persone provenienti dai comuni limitrofi. Questo dato conferma la capacit di attrazione che Cologno esercita sui paesi vicini, in questo caso ancora pi elevata di quella registrata per i servizi librari (15,7%). 0,7% 5,3% Cologno 76% Cologno Bussero Cassina Vimodrone Monza Altre italiane

Brugherio Carugate Cernusco Milano Altre dalla provincia di Milano Esteri Tra i comuni pi soggetti a questo scambio di utenza vi sono Brugherio (5,3%, contro il 4,3% registrato per il prestito librario), Vimodrone (2,8% contro 2,5). Particolarmente significativo il dato di Milano, che rappresenta il 4% degli utenti di Sala Macchine contro l1,6% nel settore del prestito librario. 41 Internet ha fatto boom Nuovo balzo in avanti delle connessioni Internet registrate in Sala Macchine: ben 8582, con un aumento del 161% rispetto allanno precedente. Le connessioni Internet rappresentano il 76,5% degli utilizzi delle postazioni. Seguono gli applicativi (programmi e utility varie) con il 15,4% mentre le consultazioni di cd-rom flettono al 3,8% e quelle di banche dati all1,6%. Lirresistibile ascesa dellInternet lo specchio di una tendenza del mercato delle 2577 comunicazioni di massa, cos come la diminuzione nellutilizzo di cd-rom anche la conseguenza di una produzione editoriale non sempre di elevata qualit. Per quanto riguarda le banche dati, occorre tener presente che con una sola consultazione si producono transazioni informative di notevole valore aggiunto, cosa che non sempre succede con la navigazione nellInternet. 1998 90 80 70 60 50 40 30 20 10 0 Valori percentuali 71,5 8582 Internet + 161% 3286 1999 2000 76,5 1999 2000 16,1 15,4 5,3 3,8

Cd 3,8 3,3 2,7 Internet Scanner Programmi 1,6 Banche dati 42 Sistema bibliotecario del Nord-Est 43 SISTEMA BIBLIOTECARIO NORD-EST MILANO Pi investimenti in biblioteca I dati relativi alle spese per biblioteche dei sette comuni che fanno parte del sistema bibliotecario NordEst Milano sono desunti dai modelli regionali e sono quindi aggiornati al 1999 ( i dati del 2000 saranno disponibili a fine 2001). I dati non comprendono eventuali spese straordinarie per la sede (ristrutturazioni, nuove sedi) e comprendono invece tutte le altre spese, comprese quelle di personale. Nel 1999 la biblioteca di Brugherio si riprende lo storico primato della spesa pro-capite che aveva ceduto, nel 1998, alla biblioteca di Cologno. Questa per superata anche dalla biblioteca di Cernusco, che la vera outsider del Sistema bibliotecario NordEst: in tre anni ha pi che raddoppiato la spesa pro-capite. In recupero anche Carugate e in diminuzione, invece, le spese di Bussero e Vimodrone (che diviene il fanalino di coda del NordEst). 1997 1998 1999 15063 14881 12640 12838 11942 23086 10349 13275 20568 12583 12736 11838 15000 10000 11682 20000 18754 25000 21342 21245 23042 30000 22629

19840 26187 Spe sa pe r la bibliote ca comunale pro-capite 5000 0 Le sette biblioteche del Sistema 44 1.400.000.000 1.200.000.000 Brugherio Cologno Carugate Vimodrone Cernusco Bussero Cassina 1.000.000.000 800.000.000 600.000.000 400.000.000 200.000.000 0 La borsa della spesa composizione della spesa nei comuni del Sistema bibliotecario NordEst Percentualmente la biblioteca che spende di pi in libri Bussero, quella che spende di pi in personale e in iniziative Cologno, mentre Vimodrone ha il record della spesa per arredi (dovuta allinaugurazione della nuova sede). Cassina Personale Acq.libri Acq. Period. Manut.sede Multimedia Attivit Sistema Arredi attrezz, Gestione Bussero Cernusco Vimodrone Carugate Cologno Brugherio 0% 20% 40%

60% 80% 100% 45 46 ALCUNI DATI DAL MONITORAGGIO 1999 Un salto in biblioteca Il monitoraggio sistematico* compiuto in una settimana del novembre 1999 servito per raccogliere dati su alcuni comportamenti che generalmente sfuggono alla rilevazione statistica, come il tempo di permanenza, lutilizzo dei cataloghi, la consultazione delle riviste e molto altro. Dai dati estrapoliamo alcune delle istantanee pi significative, esposti nelle slide seguenti. Innanzitutto il confronto tra la composizione del campione e quella degli iscritti alla biblioteca evidenzia le componenti professionali che si recano con pi frequenza in biblioteca rispetto a quelle maggiormente rappresentate tra gli iscritti, e riserva subito alcune sorprese. La pi consistente quella che riguarda la componente studentesca, che quella che apparentemente frequenta con maggiore assiduit la biblioteca. Orbene, nella settimana di campionamento essa ha fatto registrare un numero di presenze decisamente inferiore al suo peso percentuale sugli iscritti, a differenza di quanto hanno fatto per esempio la categoria degli insegnanti e dei pensionati. Questo potrebbe essere unulteriore conferma che la componente studentesca s quella pi visibile, ma non quella che utilizza maggiormente il servizio. La composizione del campione Prescolari 0,6% Altro Pensionati 7,7% 7,2% La composizione degli iscritti alla biblioteca Lavoro autonomo 3,2% Stud. sup. univ. 35,2% Insegnanti 3,4% Scuola obbligo 12,7% Stud. sup. univ. 39,2% Casalinghe 2,5% Lavoro dipendente 23,5% Prescolari 2,0% Altro Pensionati 5,2% 2,1% Lavoro autonomo 3,2% Insegnanti 5,1% Scuola obbligo 20,8% Casalinghe 3,7%

Lavoro dipendente 22,7% Sono state intervistate circa 1200 persone che si sono recate in biblioteca nella settimana dal 29/11/99 al 4/12/99. Sono state rilevate le loro attivit e i loro tempi di permanenza. 772 monitoraggi sono stati effettuati in biblioteca adulti, 267 in Sala ragazzi, 314 in Emeroteca, 523 in Fonoteca, 236 in Sala Lettura e 229 in Sala Macchine. Il 41% degli intervistati di sesso femminile e il 59% maschile. 47 in biblioteca il tempo vola Il monitoraggio ha dimostrato che il livello di utilizzo dei servizi bibliotecari piuttosto intenso e che i tempi di permanenza in biblioteca sono abbastanza elevati. Il 41,7% degli intervistati si reca in biblioteca pi di tre volte al mese, e vi addirittura una quota del 5,4% che lo fa tutti i giorni. Da 18 A 25 giorni al mese 5,4% Da 12 A 16 giorni al mese 4,4% Da 0 A 1 giorni al mese 29,4% Da 6 A 10 giorni al mese 11,2% Il tempo medio che gli utenti trascorrono in emeroteca per la lettura dei giornali di 33 minuti. In Sala Lettura si fermano invece mediamente 157 minuti e questo d subito lidea del possibile tasso di affollamento della struttura. Da 1 A 2 giorni al mese 28,9% Da 3 A 5 giorni al mese 20,7% Tempo trascorso in Emeroteca oltre 30 minuti 36% Frequenza di utilizzo della biblioteca Tempo trascorso in Sala Lettura da 2 a 10 minuti 3% Oltre 4

ore 9% da 10 a 30 minuti 61% Da 2 a 4 ore 57% Da 2 a 30 minuti Da 30 a 6% 2 ore 28% 48 Che si fa in Sala Lettura 9,2% Sala Studio Studenti 35,1% Il dato che emerge dalla rilevazione che il 35,1% delle persone che utilizzano la Sala Lettura fa uso di testi propri e non di libri della biblioteca. La percentuale pu sembrare elevata ma comunque pi bassa di quella che si registra in altre biblioteche, le cui sale sono divenute luoghi di studio scolastico senza nessun rapporto con il servizio di biblioteca. 55,7% Libri propri Materiale biblioteca Altro 3% 2% 1% 5% 13% 26% Tra i libri consultati in Sala di Lettura primeggiano i libri darte, gli atlanti e i dizionari, mentre non sono altrettanto utilizzate le enciclopedie. 9% 15% 6% 16% 4% Tipi di libri consultati in Sala Lettura 000 Enciclopedie 200 Religioni 400 Dizionari 600 Tecnologia 800 Letteratura Ragazzi 100 Filosofia, Psicologia 300 Sociologia, Politica, Economia 500 Scienze

700 Arti, Pittura, Giochi, Musica, Teatro 900 Atlanti, Geografia e Storia 49 REFERENCE linformazione pronta in tavola Il servizio di informazioni ai lettori (reference) fornisce risposte a una gamma variegata di domande rappresentate nella torta sottostante. Prevalgono le richieste di informazione intorno a dei libri di cui si conoscono gi autore e titolo, ma sono anche molto frequenti le domande chiuse, a obiettivo individuato (ad esempio un autore, un personaggio, ecc.). Si potrebbe dire che il 56,8% delle richieste informative si presentano gi strutturate ai bibliotecari. Le domande a risposta pronta (sono quelle cui il bibliotecario risponde immediatamente o consultando dei repertori di immediata disponibilit) rappresentano l11,1% del totale. Sono invece ancora poche le richieste informative di tipo specialistico, che richiedono lunghe e complesse ricerche. Il tempo di risposta in genere molto rapido (entro 5 minuti) e questo non sempre un dato positivo perch indica lassenza di richieste evolute di reference. Il servizio di reference verr riorganizzato nel corso del 2001 e 2002 per una pi precisa individuazione degli obiettivi e dei metodi. 14,7% 1,6% 30,5% 11,1% 26,3% 9,5% 15,8% ALTRO AUTORE/TITOLO (inerenti il titolo di un opera o il suo autore) 90,5% DOMANDE APERTE (info o document.su un determinato argomento) DOMANDE CHIUSE (ricerche ad obbiettivo individuato) DOMANDE FATTUALI (a risposta pronta) Dai 5 ai 15 Minuti Entro 5 Minuti SULL'USO DELLA BIBLIOTECA E DEI SERVIZI (direzionali o d orientamento) 50 Le cose che so di lei la biblioteca E importante capire quanto siano diffuse allinterno delle persone che frequentano la biblioteca le informazioni relative ai suoi servizi. Conoscenza dei cataloghi Lesistenza dei cataloghi per la ricerca dei libri conosciuta dal 94% delle persone. Nella conoscenza dei servizi forniti dalla Sala Macchine la fonte principale costituita dal personale e dalla pubblicit fatta in biblioteca, mentre un ruolo meno rilevante hanno le altre forme pubblicitarie. 1% Mentre i servizi sono relativamente conosciuti, molto meno lo sono le iniziative della biblioteca. Il fatto che solo il 13% degli utenti intervistati (percentuale che scende addirittura al 8% nel caso delle utenti di sesso

femminile) dichiari di conoscere le iniziative della Sala Ragazzi abbastanza preoccupante, e dimostra la perdurante separazione fino allincomunicabilit tra pubblico delle iniziative e pubblico dei servizi. Fonti della informazione relativa a Sala Macchine 3% 17% 5% 94% Gi conosciuti Indirizzato da Bibliotecario No Conoscenza delle iniziative di Sala Ragazzi da parte degli utenti intervistati 13% 100% 80% 60% 47% 24% 87% Comunicazione del personale Pubblicit a scuola Pubblicit in biblioteca Sito Internet biblioteca Non conosce 20% 9% Amico Conosce 40% No 0% Donne Uomini S 51 Le chiavi del catalogo maschio amichevole efficiente Uomini 73% 15 Donne 27% Il 15,0% delle persone che si sono rivolte al banco prestito durante la settimana di monitoraggio ha poi consultato autonomamente il catalogo della biblioteca. Considerando

che molte persone si rivolgono al prestito per la riconsegna di libri, e per altre operazioni veloci, e che molti chiedono direttamente aiuto al bibliotecario, la percentuale di utilizzo del catalogo pu ritenersi soddisfacente, anche se c ancora molto da fare sulla strada della amichevolezza dello strumento. 85 Pi sorprendente il dato di genere: tra le persone che utilizzano il catalogo, il 73% di sesso maschile. Questo dato contrasta con la prevalenza femminile tra gli utenti del servizio di prestito librario e pu essere spiegato in parte con lutilizzazione del catalogo anche da parte degli utenti della fonoteca, che sono invece in maggioranza maschile, e in parte con la mediazione tecnologica (il catalogo computerizzato) che, come si visto nei dati di SalaMacchine tiene ancora lontana una parte dellutenza femminile. Gli utenti della biblioteca sembrano aver acquisito una discreta confidenza con il programma di interrogazione del catalogo: l85,2% dimostra di possedere una buona capacit di utilizzo ed il successo di ricerca addirittura del 98,1%, una percentuale probabilmente sovrastimata in quanto le ricerche con esito negativo vengono gestite dal bibliotecario a cui preferibilmente si rivolgono le persone in difficolt. 1,9% Capacit di utilizzo del catalogo Successo della ricerca 11,1% 29,6% 98,1% 3,7% 55,6% Abile Notizia non trovata Difficoltosa Esperta Notizia trovata Incerta 52 Il primato dellautore Tra gli accessi catalografici, maggiormente utilizzato rimane quello per autore, che risulta tra laltro molto pi frequentato dalle donne che dagli uomini (forse anche in virt del fatto che le donne leggono pi narrativa). Anche gli altri cataloghi (soggetti e titolo) hanno comunque una buona utilizzazione, mentre laccesso al catalogo classificato molto raro e riservato al pubblico maschile. Donne Accessi ai vari tipi di catalogo 14,8% 10% Autore Classificazione 25% 48,1% Soggetto 65% 0% Titolo

35,2% Uomini 18% 1,9% Autore 47% Classificazione Soggetto Titolo 33% Autore Classificazione Soggetto Titolo 2% 100% In biblioteca, ai tempi della rilevazione, erano presenti tre interfacce catalografiche: lOpac (uninterfaccia grafica simile a quella esistente per molti cataloghi su Internet), il Sebina modalit carattere, il cartaceo (per la Fonoteca). LOpac si confermata linterfaccia pi gradita e familiare allutente, mentre il cartaceo risultato il catalogo pi difficile da consultare. Le tecnologie, almeno in biblioteca, qualche volta semplificano la vita. 80% Esperta 60% Abile 40% Incerta 20% Difficoltosa 0% Cartaceo Fono Opac Sebina Moduli 53 Le statistiche della Fonoteca 54

Up Up Up Up Up Up .. TENDENZA DEI PRESTITI NEGLI ANNI Continua la crescita del numero di prestiti della Fonoteca. Nel corso del 2000 sono stati effettuati 6630 prestiti in pi rispetto allanno precedente. La percentuale di aumento del 26%. A questi prestiti va aggiunto il numero di consultazioni effettuate in sede 12731 44819 Il numero totale di operazioni stato dunque di Vedi pagina 7 + 26% 35000 30000 25000 20000 15000 10000 5000 0 1997 1998 1999 2000 Il dato totale comprensivo di proroghe (rinnovi) dei prestiti Numero totale dei prestiti alle biblioteche del sistema 258 * Numero dei prestiti da altre biblioteche (Sormani) * Per Regolamento, la Fonoteca riserva93 al prestito intersistemico il solo materiale NON-MUSICALE Ani DiFranco, 1999 55 Sono solo canzonette (?) Come e quanto crescono i prestiti Il grafico mostra nel dettaglio la crescita, nellarco degli ultimi quattro anni, dei prestiti di Musica (Cd, Lp, Laser disc, ma anche Dvd e Vhs musicali) e Non Musica (Vhs e Dvd di fiction e documentari, audiocassette, diapositive ). Il prestito dei documenti iniziato nel maggio del 1996; per questo motivo quellanno, in quanto parziale, non stato considerato. 6338 musica 980 1015 proroghe non musica proroghe 4355 9903 8019 10855

+21,4% 13623 13250 16536 +22% 1287 0 5000 10000 15000 1997 1998 1999 2000 Le percentuali sono state calcolate senza le proroghe. Con queste ultime esse salgono rispettivamente a 29% per quel che riguarda la Musica e 34% per la Non Musica. 20000 non musica 44% In generale, la Fonoteca fa pi prestiti nel settore musicale, come possibile vedere dalla torta a fianco. Edoardo Bennato, 1978 musica 56% 56 Je marche sur tous les chemins Crescita per classi Le tabelle mostrano rispettivamente la crescita dei prestiti a domicilio per quel che riguarda il settore Musica e Non musica. I video musicali sono stati collocati insieme con la Musica dal momento che, anche per questi materiali, previsto il versamento della cauzione. Nellanno 1998, per quel che riguarda il settore Musica, il dato non stato rilevato. Il prestito di video didattici e di fiction riservato ai maggiorenni. Laumento maggiore rilevabile nel settore dei video didattici a carattere scientifico, dove lincremento stato del 43,5% ! Con molta probabilit, la ricollocazione a scaffale aperto dei documentari, secondo la Classificazione Decimale Dewey, ha dato pi visibilit a questo tipo di materiali che prima erano collocati per collana. Per quel altre dellanno, percentuali di che riguarda i video musicali, nella secondaLemet abbiamo dato la possibilit di prendere un 9031 Musica 9898 crescita sono indicate disco pi un video per volta, contribuendo alla crescita del 40% deiFilm

prestiti in questo settore. 6598 Internazionale 8149 +21,5% 4139 Musica Italiana 3187 +30% 865 Musica Classica 2000 1999 935 1028 Altro 783 606 Video Musicali 431 0 direttamente in tabella. Il decremento in alcuni settori spiegabile con una saturazione degli stessi. Molto alto lindice di circolazione dei documenti: 2.5 per il settore Musica e 4.7 per Non Musica. Negli indici di qualit, la circolazione della musica classica (0.7) e dei video musicali (1). +40% 5000 +37% 1935 Lingua originale 2329 623

500-600 434 700 514 581 1036 900 1050 Le riviste musicali prestate nel corso dellanno sono state 41. Nel 1999 erano state 12. Riviste e Attrezzature 10000 0 15000 INDICE DI CIRCOLAZIONE MATERIALE MUSICALE 2000 2.5 1999 2.3 Jules Massenet, Manon, 1884 2000 1999 1998 +43,5% 5000 10000 INDICE DI CIRCOLAZIONE MATERIALE VIDEO 2000 3.3 1999 3.07 INDICE DI CIRCOLAZIONE GENERALE 2000 1999 4.7 4.5 57 La mia banda suona il rock Suddivisione classi classica 3% Musica italiana 14%

Film 31% Il settore pi popolare quello della musica 900 pop-rock3% jazz internazion 700 ale ed 2% italiana 500/600 Musica (insieme 2% internazionale coprono il Lingua 34% 48% dei originale prestiti), 6% seguito dai film. Segue 500-600: Scienze pure-Scienze applicate 700: Arte, giochi, sport 900: il materiale Storia e geografia in lingua originale Ivano Fossati, 1979 Il prestito dei Dvd iniziato il primo gennaio del 2001. La torta mostra la suddivisione in percentuale dei materali prestati. Altro (Colonne Video musicali sonore, musica etnica) Musica 2% 3% 58 Only happy when it rains Numero di prestiti mensili 5000 4500 4000 3500 3000 2500 2000 1500 1000 500

0 4407 1371 1182 958 958 203 205 201 993 2759 1275 1106 1141 1218 1164 216 167 198 234 805 188 189 2631 4543 2696 2550 2571 212 155 2257 2270 3034 560 2869 2863 132 Ascolti interni Proroghe Prestiti 2359 929 Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic PRESTITI A DOMICILIO

Succede solo quando piove?. I mesi pi caldi sono, come si vede, quelli autunnali. Una leggera differenza si nota nella consultazione in sede, che scende in concomitanza con la riapertura delle scuole Garbage, in Garbage, 1995 CONSULTAZIONE IN SEDE 59 Tutti pazzi per Stanley! I pi prestati nel 2000 La musica internazionale e la cinematografia americana, hanno il primato nella classifica dei materiali pi prestati. E stato lanno di Kubrick. Si segnalano anche grandi classici, come Beatles, Pink Floyd e Led Zeppelin e, per i film, Quarto potere di Welles e Il fantasma della libert di Buuel. Fra gli italiani si segnala la presenza di De Andr e il cinema dellultimo Salvatores e Mazzacurati. MORCHEEBA PINK FLOYD BEATLES COLONNA SONORA 99 POSSE HARPER, Ben CHEMICAL BROTHERS LED ZEPPELIN RED HOT CHILI PEPPERS COLONNA SONORA REM ASIAN DUB FOUNDATION SUBSONICA SKUNK ANANSIE BREGOVIC, Goran DE ANDRE, Fabrizio OASIS MORCHEEBA RADIOHEAD Big calm The wall 1967-1970 Pulp fiction Corto circuito The will to live Dig your own hole Remasters Blood, sugar, sex, magik Radiofreccia Out of time Rafis revenge Subsonica Stoosh Ederlezi Anime salve Whats the story Who can you trust? Ok computer 36 33 26 26 25 24

23 Alien - Ridley Scott Il Dottor Stranamore - Stanley Kubrick Arancia meccanica - Stanley Kubrick Rischiose abitudini - Stephen Frears She's so lovely - Nick Cassavetes Sleepers - Barry Levinson La regina Margot - Patrice Chereau Le ali della libert - Alan Parker Nirvana - Gabriele Salvatores Oltre il giardino - Hal Ashby Shine - Scott Hicks Fuori orario - Martin Scorsese Rapina a mano armata - Stanley Kubrick 2001 : Odissea nello spazio - Stanley Kubrick Apocalypse now - Stanley Kubrick Blade runner - Ridley Scott Harry a pezzi - Woody Allen Il giardino segreto - Agnieska Holland Quarto potere - Orson Welles Caravaggio - Derek Jarman I racconti del cuscino - Peter Greenaway I soliti sospetti - Brian Singer Il fantasma della libert - Luis Buuel Le onde del destino - Lars von Trier L'insostenibile leggerezza dell'essere - Philip Kaufman Smok e - Wayne Wang Vesna va veloce - Carlo Mazzacurati E non per Mary! Come nel film dei fratelli Farrelly, 1998. 40 35 31 30 29 28 27 60 In quiete CONSULTAZIONE IN SEDE Come si vede, il numero di accessi massimi per anno si sta stabilizzando. Fino al 1998 lutilizzo della Sala di consultazione era riservato prevalentemente alla fruizione del materiale musicale (Cd, Lp, video musicali). Nel 1999, con lincremento del patrimonio video ed in conformit con le leggi sul diritto dautore, luso della sala stato concesso anche per la visione dei film, dei documentari, ecc Dal 2000 in seguito al lavoro di segnalazione dei materiali per i quali la censura ha vietato la visione ai minori di anni 14 (contrassegnati in giallo) e di anni 18 (rosso), laccesso alla Sala stato garantito anche ai minorenni. 14000 12000 10000 8000 6000 4000 2000 0 Bisogna tenere presente che il tempo medio di una visione molto pi lungo di un ascolto (la durata media di un

Cd 1 ora., di un video 2 ore). VISIO N I 24% 1996 1997 1998 1999 2000 ASCO LTI 76% La Fonoteca dispone di una SALA ASCOLTO / VISIONE dotata di 24 postazioni singole e doppie. Il totale dei posti a disposizione 33. Gli apparecchi per lascolto sono: 8 singoli e 7 doppi; per la visione: 7 singoli e 2 doppi. E possibile consultare tre Cd musicali o una videocassetta o Dvd per volta. CSI, 1992 61 Come eravamo Le classi: raffronto fra anni Il rinnovato utilizzo della Sala di consultazione ha spostato lattenzione della nostra utenza verso i materiali video, con un conseguente calo dellascolto musicale. Lintroduzione di nuovi supporti come il Dvd ha, con ogni probabilit fatto da traino. Nel corso del 2000 la Fonoteca ha aggiunto alla postazione gi esistente, altri due apparecchi per la consultazione. Lincremento della visione stato nel complesso notevole (+66%), per i film si avuto un raddoppio e per il materiale in lingua originale (corsi e film) un incremento di quasi il 200%! CD INTERNAZIONALI 5881 6559 2849 3103 CD ITALIANI CD CLASSICA 355 525 ALTRO 545 622 0 2000 1999 2000 4000 6000 8000 Di seguito la percentuale dei generi musicali. La parte del leone svolta dalla musica internazionale ALTRO CD CLASSICA 4% DVD

21% (Colonne sonore, Etnica) 6% CD ITA 30% CD INT 60% The Way We Were, Sidney Pollack, 1973 VIDEO MUSICA LI 20% SAGGIS TICA LINGUA 16% ORIGINALE FILM IN ITALIAN O 29% 14% La suddivisione della consultazione del materiale video ben distribuita 167 644 448 896 145432 506 302 623 805 DVD FILM IN ITALIANO FILM IN LINGUA DOCUMENTARI VIDEO MUSICALI 0 500 1000 2000 1999 62 I duellanti I pi ascoltati / visti in Fonoteca nel 2000 Quasi tutta tricolore la classifica dei pi ascoltati in Fonoteca.

Mentre il cinema risente ancora della scarsa offerta di titoli in italiano nel recente giovane mercato dei Dvd: solo Virz, al terzo posto. Tutti i materiali video sono BLINK 182 883 ARTICOLO 31 RED HOT CHILI PEPPERS KORN VERDENA 883 883 JON BON JOVI RAMAZZOTTI NINE INCH NAILS DREAM THEATER Enema of the state La dura legge del gol Xch s! Californication Issues Verdena Hanno ucciso luomo ragno La donna il sogno Crush Dove c musica The fragile Images and words 116 80 70 65 50 48 43 42 41 37 36 34 Matrix - The Wachowski Bros. 201 DVD+VHS Eyes wide shut - S. Kubrick 56 DVD Ovosodo - P. Virz 44 DVD Bettlejuice - T. Burton 42 DVD The Blair witch project - Myrick/Sanchez 42 VHS Intervista col vampiro - N. Jordan 36 DVD Will Hunting genio ribelle - Gus Van Sant 32 DVD Tutti pazzi per Mary - B. Farrelly 30 VHS L.O. Shakespeare in love - J. Madden 29 VHS L.O. Il grande Lebowski - F.lli Coen 28 DVD Rounders. Il giocatore - J. Dahl 28 DVD Paura e delirio a Las Vegas - T. Gilliam 26 VHS

Fight club - D. Fincher 25 VHS 63 Ridley Scott, 1977 Brother, WHO art thou? Chi sono gli utenti della Fonoteca? Per la rilevazione dei dati relativi agli utenti della Fonoteca necessario tener conto di tre elementi: 1) DATI SUGLI UTENTI ISCRITTI AL SEVIZIO DI PRESTITO A DOMICILIO DEL MATERIALE MUSICALE. Per tale servizio, richiesto il versamento di una cauzione. I dati sono ricavati da un database interno. 2) DATI SUGLI UTENTI ATTIVI. Tali utenti sono quelli che hanno effettuato almeno unoperazione nel corso dellanno; quindi sia prestito a domicilio che ascolto interno (consultazione). I dati sono estrapolati da Sebina Produx. Considerando che i materiali inseriti nel catalogo elettronico fino al 2000 erano, nella quasi totalit, Cd, Lp e video musicali, il dato si riferisce agli UTENTI MATERIALE MUSICALE. 3) DATI SUGLI UTENTI VIDEO. La registrazione dei prestiti in questo settore stata effettuata a mano dal momento che i video non erano in catalogo. C leventualit che alcuni utenti, pur usufruendo del servizio, non abbiano rinnovato la tessera nel corso dellanno. Nel 2000 iniziata la catalogazione in Sebina dei video (film, film in lingua originale), per cui la situazione dovrebbe 64 sanarsi per il prossimo anno. Fratello, dove sei? Joel e Ethan Growing up in public Materiale musicale: utenti iscritti al servizio di prestito a domicilio Il numero totale di cauzioni versate fino al 2000 1053. Gli utenti che, pur essendo regolarmente iscritti al servizio, non hanno effettuato prestiti nel 2000, sono 239 (23%)*. +35,7% 1053 ISCRITTI NEGLI ANNI 776 Pensionati Casalinghe 1% Altro 1% 6% Lavoratori Autonomi 5% NON ATTIVI 23% ATTIVI 77%

Dipendenti 35% Docenti 3% Solo un utente su quattro femmina. 528 300 Utenti Altra Biblioteca 1% Scuola Obbligo 2% Superiori Universita' 46% FEMMINE 25% 126 MASCHI 75% La fascia maggiore rappresentata dagli studenti delle scuole superiori e dagli universitari: insieme coprono quasi la met degli iscritti al prestito. I lavoratori raggiungono il 40%. Interessante notare come gli studenti delle scuole elementari e medie 1996 1997 1998 1999 2000 inferiori siano solo il 2%; il dato sale al 12% nei dati estrapolati da * Il dato stato ricavato facendo un confronto manuale fra gli utenti che hanno versato la cauzione (database Sebina (vedi pag. successiva). 65 interno) e gli utenti abilitati in Sebina. Lou Reed, 1980 Tipologia utenti materiale musicale Casalinghe 2% Il numero totale degli utenti che nel corso del 2000 hanno preso in prestito o in consultazione materiali della Fonoteca inseriti in Sebina, pari a Lavoratori Autonomi 4% Pensionati 2% Altro 6% Utenti Altra Biblioteca 1% Scuola Obbligo 12%

2062. CRESCITA: RAFFRONTO FRA ANNI 22 Utenti Altra Biblioteca Prescolari 28 Docenti 5% 4 5 Pensionati 32 Casalinghe 25 Altro Dipendenti + 4% 28% 43 32 87 Lavoratori Autonomi 74 114 Nel complesso il numero totale di utenti cresce 81 Dipendenti 441 Docenti 85 578 101 834 Superiori Universita' 776 2000 1999 253

Scuola Obbligo 254 0 Superiori Universita' 40% 200 400 600 800 1000 +14% La met del pubblico della Fonoteca continua ad essere costituita da studenti, ma le altre categorie sono in crescita. In particolare, si segnala laumento della fascia dei lavoratori dipendenti che salgono del 4% (nel 1999 rappresentavano il 24% dellintera utenza). Anche le casalinghe passano dall1 al 2%. In calo gli studenti che passano dal 66 57 al 52 %. Tipologia utenti prestito VHS: 1130 Gli utenti che si sono avvalsi del servizio di prestito a domicilio di materale NON inserito in Sebina (per lo piu video), stato di 1130. Biblioteche e scuole 1% Superiori Universita' 35% Lavoratori Autonomi 5% 8 Biblioteche e scuole Utenti Altra Biblioteca Pensionati 1% 4% Casalinghe 3% Altro 7% 8 15

Utenti Altra Biblioteca 23 Pensionati Dipendenti 36% + 6% 39 37 Docenti 8% 34 Casalinghe 27 80 Altro 101 La crescita degli utenti video e stata 68 Lavoratori Autonomi 51 Dipendenti 399 298 94 Docenti 88 Superiori Universita' 346 0 100 200 300 +15% 400 2000 1999 393

500 La fascia piu ampia e quella dei lavoratori. Ricordiamo che il prestito a domicilio e riservato ai maggiorenni. 67 Smells like Teen Spirits Fasce det realmente abilitati 12 0 0 La Fonoteca ringiovanisce La fascia di et dei giovanissimi (fino ai 25 anni) cresce del 2% a discapito di quella adulti (26-40 anni). Da segnalare una piccola crescita anche degli 1200 over 40: da 209 a 269 utenti (+1%). 1999 10 0 0 370 800 Maschi 2000 680 400 92 401 200 117 200 0 +1% 35% 12% 65% 759 432 119 150 13% 53% 0-25 26-40 41-90 In Nevermind, Nirvana, 1991 232

0-25 anni 26-40 anni 0-25 anni 0 35% 600 41-90 anni Femmine 2000 224 26-40 anni 600 400 1000 293 41-90 anni 800 Ancora prevalentemente maschile il pubblico della Fonoteca; poco pi di un utente su tre femmina. 32% 0-25 26-40 41-90 55% 68 Come un cammello in una grondaia Ma quanto abbiamo prestato a mano? 45,30% 17551 In Sebina Franco Battiato, 1991 14537 Non in Sebina Larretrato di catalogazione del patrimonio della Fonoteca, accumulato nel corso degli anni

passati, si riflette pesantemente sul numero di prestiti effettuati a mano. La situazione dovrebbe migliorare nei prossimi anni. Nel 2000, avvenuto un recupero parziale ma significativo, del pregresso. Vedi pagina 18. 69 Ecco i mie gioielli Patrimonio audiovisivo +14,4% 9483 10000 Il patrimonio audiovisivo cresce, cresce Questanno lincremento stato del 14.4% (nel 1999 era stato, rispetto allanno precedente, del 7.5%). La necessit di migliorare il tasso di circolazione (rapporto tra prestiti e dotazione documentaria) ci ha spinto ad aumentare il numero di materiali a disposizione. I DETTAGLIO risultati non sono ancora tangibili (vedi pag. 3). +7,5% 8289 9000 7709 8000 7000 6856 6145 6000 5000 1996 1997 1998 1999 2000 6000 4873 5000 4176 4000 3794

3409 3000 3065 2748 2417 2215 I maceri effettuati nel corso degli anni sono stati: 983 dallapertura al 1998. 1179 11151096 977 861 1000 Ecco i mie gioielli, CCCP, 1992 0 605 525 561 585 Nel 1999: 76 maceri. Nel 2000: 59 maceri. 1909 1694 2000 591 9 Dischi Pop/Rock/Jazz Dischi Classica Video Musicali Video non Musicali e Audiocassette DVD 70 78 Music of my Mind Suddivisione del patrimonio rispetto alla tipologia Audio e Video ---- Musica e Non Musica La Fonoteca ha una vocazione prevalentemente musicale 12000 10000 8000 1996-1999 2000

VIDEO 36% 6000 4000 VIDEO 37% AUDIO 64% AUDIO 63% 2000 1694 1909 2215 2426 2867 NON MUSICA MUSICA 6675 5494 5863 4451 4947 0 1996 1997 1998 1999 2000 12000 10000 8000 6000 4000 2000 2219 2470 2800 3017 3484 VIDEO AUDIO 1996-1999 NON MUSICA 28% 2000 NON MUSICA 30% 5272 6058 3926 4386 4909 MUSICA 72% 0

MUSICA 70% 1996 1997 1998 1999 2000 Stevie Wonder, 1972 71 Giant Steps Situazione catalogazione Nel corso del 2000, la catalogazione dei materiali della Fonoteca ha fatto passi da gigante: sono stati catalogati tutti i nuovi acquisti (1253) ed stata recuperata la sezione Film (821). Gli acquisti previsti per il 2001 sono circa 1200. 1200 2500 2074 2000 1500 +184,50 % 1000 729 500 0 1999 1836 2000 2074 NON IN SEBINA 19% 9483 Acquisti previsti Da inserire in Sebina Catalogati nel 2000 In Sebina IN SEBINA 81% Il pregresso da recuperare di 1836 pezzi, pari al 19%

dellintero patrimonio . Per lo pi si tratta di documenta ri e film in lingua originale, per i quali previsto il recupero in toto entro i primi mesi del 2001. 72 John Coltrane, 1960 Nouvelle Vague Acquisti 2000 Acquisti 1998-2000 1998 1999 2000 CD POP-ROCK 385 382 MUSICA VARIA 5% Jean-Luc Godard, 1990 138 57 84 VHS 330 208 398 DVD Totale LINGUA ORIGINALE 2% SAGGISTICA 5% MUSICA INTERNAZIONALE 38% CD CLASSICA 0 9 69 853 656 1253 Quasi raddoppiato il numero di acquisti

MUSICA ITALIANA 13% FILM 23% 702 FILM (in dvd) 5% MUSICALI (anche dvd) MUSICA 2% CLASSICA 7% 73 Confronto La torta in basso ottenuta sommando il dato dei prestiti a domicilio con quello delle consultazioni in sede. MUSICA VARIA 5% MUSICA ITALIANA 13% MUSICA VARIA 4% LINGUA ORIGINALE 2% FILM 23% MUSICA ITALIANA 16% SAGGISTICA 5% LINGUA ORIGINALE 6% MUSICA INTERNAZIONALE 37% FILM 23% MUSICA INTERNAZIONALE 38% SAGGISTICA 6% DVD 2% MUSICA VIDEO MUSICALI 3% CLASSICA

FILM (in dvd) 5% MUSICA CLASSICA 7% MUSICALI (anche dvd) 2% 3% In evidenza i settori per i quali, in futuro, sar necessario correggere un p il tiro, nel numero di acquisti o nelle politiche di promozione dellascolto (musica classica). 74 Youre driving me crazy Desiderata son...357 Video : 137 Audio : 220 16% Le richieste desid riflettono, comp nel loro complesso, 84% landamento dei La prestiti musica internazionale, da sola, (per lo nei vari di rock e pop), costituisce quasi pi titoli settori. la met dei desiderata. Gli acquisti FILM 126 TEATRO 5 DOCUMENTARI 6 COLONNE SONORE ET AL. 14 CD CLASSICA 6 CD INT 162 effettuati dietro richiesta degli utenti sono il 16% del totale. CD ITA 38 8

24 41 La particolarit del mercato audiovisivo, nel quale i materiali escono fuori catalogo nel giro di una stagione, ha fatto s che non sia stato possibile esaudire tutte le richieste dei nostri utenti. Per il 2001, abbiamo provveduto ad aumentare il numero dei nostri fornitori, in modo da avere maggiori possibilit nei confronti di titoli di pi difficile reperimento. Molto pochi, solo otto, i desiderata non esauditi perch non coerenti con il catalogo della Fonoteca. Lester Young, 19431947 Acquistati 199 71 Fuori catalogo Non trovati Esclusi In attesa 75 Prestiti Video con Sormani Ya rien daussi beau Nel corso del 2000 il servizio di prestito interbibliotecario attuato con la Biblioteca Sormani di Milano, si consolidato segnando la cifra complessiva di 93 prestiti. Negli anni passati tale tipo di prestito era sta praticato in via sperimentale e saltuariamente e, di conseguenza, non era stato misurato. La cadenza settimanale ed il numero di video che possibile richiedere ogni volta uguale a tre. Il totale degli utenti che hanno effettuato richieste stato di 37, confermando un discreto interesse con una media di 2.5 richieste a testa. Studenti e lavoratori i maggiori utilizzatori del servizio. In prevalenza il materiale richiesto stato materiale fuori catalogo o mai uscito per il mercato dellhome video (la Sormani ha in catalogo anche video registrati in televisione). I video in commercio sono stati acquistati attraverso il nostro fornitore. Disponibilita sul mercato Mai usciti dei materiali richesti 13% In M A SC HI 43% Pensionati 6% FEM M IN E 57% Docenti 17%

commercio 37% Studenti 39% Fuori catalogo 50% Boris Vian Lavoratori 38% 76 Appendice 77 La biblioteca si presenta 49.000 abitanti apertura 42,30 h su 6 giorni Chiuso 2 settimane Banchi di servizio 4 Posti lettura 85 1630 m2 al pubblico Personale: 18 unit Patrimonio: 65.000 Nuove accessioni: 5243 Iscritti: 19.000 dal 1992 prestiti in corso 6.000 6 addetti al pubblico Spesa complessiva 1.370.000.000 Entrate 30.000.000 78 Lo sviluppo: il personale 79 Lo sviluppo: utenti iscritti 80 Dal 1990 al 2000: aumenti in percentuale 300 293 268 242 250 198 200

164 146 150 100 50 0 prestiti patrimonio iscritti personale costi 81 acquisti La pressione del pubblico Ragazzi 20686 prestiti 16% Adulti 52614 prestiti 40% Sala Macchine 11218 sessioni 9% Fonoteca 44819 prestiti & consultazioni 35% 82 Fine ! 83

Recently Viewed Presentations

  • Adapting a Freemium Business Model for Open Access Book ...

    Adapting a Freemium Business Model for Open Access Book ...

    Adapting a Freemium Business Model for Open Access Book Publishing. Rupert Gatti. ... Legacy Model. Primary output: Printed volume. Price: $80-100. Sales: 200-400. Customers: Libraries. Sales revenue: $20-40k per title. Distributors net revenue $10-20k ... Adapting a Freemium Business Model...
  • Comfort Pets, Scent-Free Zones & Interpreters Handling Difficult

    Comfort Pets, Scent-Free Zones & Interpreters Handling Difficult

    When a person who is allergic to dog dander and a person who uses a service animal must spend time in the same room or facility, for example, in a school classroom or at a homeless shelter, they both should...
  • ECE 222 Electric Circuit Analysis II Chapter 12

    ECE 222 Electric Circuit Analysis II Chapter 12

    Recall Radians Sinusoidal Source Example 1, 2, 3 Complete RL Response Complex Numbers & Phasors Example 4 Bibliography Why AC? Except for batteries, most electric devices rely on AC, and not on DC. Why AC?
  • ECouncil Meeting 1 - ec.osu.edu

    ECouncil Meeting 1 - ec.osu.edu

    Macquigg award. Presented to faculty members who have demonstrated, in a superior manner, their interest in and willingness to help students, their interest in the improvement of the high reputation of the College of Engineering and their outstanding teaching ability.
  • Theme Lesson - Cabarrus County Schools

    Theme Lesson - Cabarrus County Schools

    Love is the most important thing in life. Themes A theme is not a word, it is a sentence. You don't have to agree with the theme to identify it. Examples Money can't buy happiness. Don't judge people based on...
  • Oklahoma City Gangs - etiok.com

    Oklahoma City Gangs - etiok.com

    Bloods May wear Pittsburg Pirates or Philadelephia Phillies sports apparel. Also will wear anything in all black or red May be seen with Boston Red Sox hats Favor the Five point star Add a K after c's to signify crip...
  • Personality Adjustment and Conflict

    Personality Adjustment and Conflict

    Personality Adjustment and ConflictThe Healthy PersonalitySelf Defense Mechanisms. ... Teachers can boost self-efficacy with credible motivation. ... Who's in the Driver's Seat? Alfred Adler: psychologist who studied competence and achievement. I will win this game if I have good luck.
  • Powered Industrial Trucks Powered Industrial Trucks: ForkliftsOverhead Transparencies

    Powered Industrial Trucks Powered Industrial Trucks: ForkliftsOverhead Transparencies

    Sound the horn (or other warning device) to alert others. Slow down when approaching cross aisles, ramps, dips, uneven or slippery surfaces and congested areas. * 27 Traveling with a Load Cont'd Travel with the load facing uphill on inclines...